L'Australia è stata nominata "candidata preferita" per la Coppa del mondo di rugby femminile 2029

L'Australia ospiterà per la prima volta la Coppa del mondo di rugby femminile nel 2029 dopo essere stata nominata "candidata preferita" per l'evento da World Rugby.


Questa nuova nomina conferma che l'Australia ospiterà la Coppa del mondo di rugby maschile nel 2027, seguita dall'edizione femminile nel 2029. Il paese è stato nominato a novembre il "candidato preferito" per il torneo maschile.


Anche gli Stati Uniti erano interessati ad ospitare entrambi i tornei, ma ora hanno avviato un "dialogo esclusivo" con World Rugby per le edizioni del 2031 e del 2033.


L'organo di governo mondiale del rugby voterà i paesi ospitanti dei tornei 2027 e 2029, così come il torneo femminile 2025, in una riunione a Dublino che si terrà il mese prossimo. L'Inghilterra è il candidato preferito per ospitare quest'ultimo evento.


Commentando la candidatura dell'Australia, l'amministratore delegato di World Rugby, Alan Gilpin, ha dichiarato: "Siamo entusiasti della visione e della passione dell'Australia per offrire un'eccezionale Coppa del mondo di rugby nel 2027 e ora nel 2029, consolidando lo status di una nazione che punta ad essere al centro dell'universo del rugby internazionale per un triennio.


“La conferma della candidatura dell'Australia rappresenta una pietra miliare importante per il progresso globale del rugby femminile, completando una tabella di marcia che culminerà nella Coppa del mondo di rugby fino al 2033, supportata dalla nuova entusiasmante competizione WXV che verrà lanciata il prossimo anno.


"Questo nuovo programma, ricco di nuove iniziative senza precedenti, consentirà ulteriormente a World Rugby di collaborare con tutte le parti interessate nella crescita del nostro sport. Ci saranno nuove soluzioni d'interazione per i fan, aumenteranno gli eventi trasmessi attraverso diversi canali, cresceranno le opportunità di sponsorizzazione e prevediamo un aumento della partecipazione per il gioco femminile su base globale".


WXV è una nuova competizione annuale per rappresentative nazionali che coinvolgerà 16 squadre.



World Rugby ha in programma una serie di riunioni con Rugby Australia e i rappresentanti del governo nazionale e delle varie regioni australiane, per discutere l'offerta. Alan Gilpin ha, di recente, partecipato anche alla conferenza internazionale sullo sport business, denominata SportNXT, tenutasi a Melbourne.


Il presidente di Rugby Australia, Hamish McLennan, ha dichiarato: "Ospitare due Coppe del mondo di rugby è un'opportunità irripetibile per l'Australia, la comunità del rugby e tutti i futuri Wallaroos e Wallabies, che a breve inizieranno la loro stagione. Il fatto che abbiamo raggiunto questa fase del processo di selezione e conquistato il ruolo di "candidato preferito" per i tornei maschili e femminili è qualcosa di cui la comunità australiana di rugby dovrebbe essere incredibilmente orgogliosa”.


McLennan ha ringraziato il governo federale australiano per il suo sostegno. La scorsa settimana il governo ha annunciato un ulteriore pacchetto di finanziamenti per coprire l'offerta per il torneo femminile e l'evento maschile.


L'Australia ha ospitato per l'ultima volta la Coppa del mondo di rugby maschile nel 2003. Sir Rod Eddington, presidente del comitato per le candidature australiane per la Coppa del mondo di rugby, ha affermato che gli eventi "forniranno un enorme impulso all'economia australiana dopo quelli che sono stati anni difficili per tutti”. Ha previsto che l'evento del 2027 potrebbe attirare 2 milioni di spettatori e 200.000 visitatori internazionali, "consegnando 2,5 miliardi di dollari australiani in spese dirette e indirette per l'economia e creando 13.300 posti di lavoro". Ha anche previsto che l'evento potrebbe attrarre 30.000 nuovi partecipanti al gioco del rugby in Australia.


Nel frattempo, il sito specializzato Rugbypass.com, ha riferito che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden sosterrà la candidatura del suo paese per i tornei del 2031 e del 2033 con una lettera al presidente di World Rugby Bill Beaumont. In precedenza, infatti, ci sono state alcune preoccupazioni sul fatto che i Mondiali di rugby negli Stati Uniti non sarebbero stati abbastanza grandi da attirare la folla da riempire gli stadi.


Anche l'Inghilterra sta facendo un'offerta per ospitare il torneo maschile del 2031, mentre la Russia è stata un altro dei primi contendenti per ospitare la Coppa del mondo di rugby 2027 ma, al moment, sembra fuori da ogni gioco.