New Zealand Rugby ha approvato la proposta d'investimento di Silver Lake investment

Il board della New Zealand Rugby Union ha votato per approvare la proposta di investimento da parte della società di private equity statunitense Silver Lake Partners, in cambio della conseguente vendita di parte dei diritti commerciali.


L'assemblea generale della NZR ha visto il voto favorevole e unanime, anche da parte di tutte le 26 province oltre che l'approvazione da parte del consiglio di rugby Maori. Adesso manca l'approvazione da parte dell'assemblea dei giocatori che in passato ha espresso molte preoccupazioni in merito, incluse quelle sulla divisione dei ricavi che dovrebbero ricevere.


A tutti i soggetti coinvolti è stata presentata una ricca documentazione che spiega nei dettagli i termini dell'accordo. NZR prevede di creare una nuova entità commerciale per gestire i suoi diritti commerciali e venderebbe una quota del 12,5% di questa nuova realtà a Silver Lake per 387,5 milioni di NZ$ (pari a $ 282 milioni / € 232 milioni). Con questo accordo si sancisce il valore dei diritti commerciali di NZR, all'impressionante cifra di 2,26 miliardi di dollari.


Fino a 43,75 milioni di NZ $ saranno reinvestiti come capitale circolante, al quale si aggiungerà un "contributo proporzionale" da parte di Silver Lake. Questa sarà la base di partenza della nuova società dedicata alla vendita dei diritti commerciali.


Il primo vantaggio è legato al fatto che NZR riceverebbe un'immediata iniezione di denaro dall'accordo e potrebbe puntare a una serie di investimenti a breve termine di almeno NZ $ 39 milioni.


Verrà creato un cosiddetto "fondo legacy" che "finanzierebbe iniziative strategiche a lungo termine, per garantire la sostenibilità di tutti i livelli di rugby in Nuova Zelanda".


Il presidente della NZR ha accolto con favore l'approvazione dell'accordo: “Siamo entusiasti che le nostre Unions provinciali, il Māori Rugby Board, abbiano riconosciuto l'importanza e le potenzialità del private equity nel generare entrate commerciali e consentire investimenti per garantire che il rugby prosperi e sopravviva nel futuro. Il voto di oggi, a favore della proposta della Silver Lake, rappresenta un'opportunità di trasformazione e crescita per il nostro gioco".


L'accordo è in cantiere da mesi. L'amministratore delegato di NZR, Mark Robinson, lo ha presentato alle parti interessate, compresi le Union provinciali e gli altri stakeholder. A marzo, aveva già dichiarato che: “questo accordo è una vera opportunità di trasformazione per tutto il rugby in Nuova Zelanda. Crediamo che il gioco debba potere evolversi e sentiamo l'importanza di questa incredibile opportunità".


L'accordo potrebbe avere un vero impatto sulle finanze NZR, in particolare alla luce delle recenti perdite legate alla pandemia da Covid19. Le cancellazioni e i rinvii delle partite, a tutti i livelli, hanno avuto effetti a catena per i contratti commerciali e altri flussi di entrate. Il più importante accordo sui diritti commerciali di NZR, un accordo nazionale sui diritti media con l'emittente televisiva a pagamento Sky New Zealand, iniziato quest'anno, è stato rinegoziato al ribasso a seguito dell'interruzione dovuta alla pandemia.


Sempre in occasione dell'assemblea generale, NZR ha registrato una perdita di 34,6 milioni di NZ $ nel 2020. In particolare, è stata registrata una perdita operativa di 18,7 milioni di NZ $ e una diminuzione pari a NZ $ 16 milioni, legata al valore delle azioni che NZR possiede in Sky New Zealand.


NZR aveva acquisito le azioni Sky NZ come parte dell'accordo sui diritti dei media nazionali, un accordo storico che ha assicurato al board un importante aumento del valore dei suoi diritti. L'acquisto delle azioni è stata vista come un significativo bonus aggiuntivo per NZR e un indicatore di quanto le due organizzazioni fossero importanti l'una per l'altra. I diritti legati agli incontri di NZR, di tutti i livelli, sono il fulcro de successo commerciale della vendita degli abbonamenti di Sky in Nuova Zelanda.