top of page

Gilpin: la Rugby World Cup ogni due anni è una 'proposta interessante'

L'amministratore delegato di World Rugby, Alan Gilpin, ha affermato che una Coppa del mondo di rugby da tenersi ogni due anni, sarebbe una "proposta interessante", ma richiederebbe un importante coinvolgimento di tutte le parti interessate, prima di essere presa in considerazione.


I commenti di Gilpin arrivano mentre l'organo di governo del calcio mondiale, la Fifa, sta attualmente discutendo dell'ipotesi di modificare la propria Coppa del Mondo da un evento che si tiene ogni quattro anni, a ogni due.


Gilpin; il presidente del World Rugby Bill Beaumont; e Claude Atcher, direttore generale di France 2023, il comitato organizzatore della prossima edizione della Coppa del mondo di rugby, si sono incontrati a Parigi e il passaggio del torneo a un modello di hosting biennale è stato tra gli argomenti all'ordine del giorno.


"I Mondiali ogni due anni sono già stati presi in considerazione nel passato e sono, sicuramente, qualcosa che continueremo a studiare", ha detto Gilpin.


“È un concetto interessante, soprattutto, se si pensa anche allo sviluppo globale del rugby femminile. Ma il calendario maschile è molto congestionato e complesso, con molti stakeholders e dobbiamo assicurarci di coinvolgerle tutti prima di considerare una Coppa del Mondo ogni due anni".


Dopo la Francia del 2023, la gara è attualmente aperta per ospitare i Mondiali di rugby del 2027 e del 2031. Gli Stati Uniti a giugno hanno compiuto un passo significativo verso la possibilità di ospitare i Mondiali maschili del 2027 o 2031 dopo essere stati formalmente accettati da World Rugby come candidati.


Gli Stati Uniti sono stati anche accettati come possibile candidati per presentare un'offerta per la competizione femminile nel 2029. USA Rugby proseguirà con la presentazione della propria proposta di hosting.


Rugby Australia ha lanciato la propria candidatura per la Coppa del Mondo 2027 a maggio. Potrebbe esserci anche un'offerta congiunta da parte di Inghilterra, Irlanda, Scozia e Galles, oltre che dalla Russia, nel 2027 e nel 2031.


World Rugby, ad aprile, ha lanciato "A Global Sport for All", il suo nuovo piano strategico per il quadriennio 2021-25 che si pone l'obiettivo di far crescere e far progredire il rugby attraverso modifiche al calendario internazionale, un maggiore coinvolgimento dei fan e altre soluzioni al momento allo studio.


La strategia di World Rugby si concentra sulle quattro aree chiave: della competizione: partecipazione, coinvolgimento e il gioco stesso. World Rugby ha fissato una serie di obiettivi per ogni area che ritiene riflettano le necessità di sviluppo attuali.



Opmerkingen


bottom of page